6 cose che puoi fare prima di colazione per i tuoi contenuti

Quando accade qualcosa di brutto, negativo cosa fai? Io esorcizzo tutto il dolore e la frustrazione scrivendo un articolo su Social Muffin e, solitamente, questa è cosa buona e giusta per chi è da tanto che non mi legge. Io adoro il mio blog, lo dico senza troppa umiltà, come una mamma orgogliosa del proprio bambino che gira in bicicletta senza rotelle per la prima volta.

Perché sedermi, con un buon té, e scrivere su questi tasti colorati e creare valore tirandolo fuori da quella intersezione che si crea tra vene e ossa, pelle e cuore è il miglior antidoto ad ogni incazzatura. Ed è un peccato che non lo facessi da così tanto tempo. Alice aveva perso la sua strada di mattoni gialli, ma le mie scarpette rosse mi hanno riportato a casa e a te, adorato lettore.

Quindi, siediti comodo e prendi la tua tazza di té che ci siamo.

Partiamo per un viaggio prima di colazione perché sai vero che prima di colazione puoi fare sei cose impossibili?

Voglio dare una svolta ai tuoi contenuti, saltando fuori dalle teiere come un leprotto di mezza estate perché ovviamente marzo è già scappato dal calendario e, se mi conosci bene, sai che io corro perennemente dietro le gonne e i ricami del mio Bianconiglio.

L’ho inseguito così tanto che me lo sono tatuato persino sul polpaccio destro, come tutte le brave Marianne, profonde di cuore ma sciocche di cervello. Perse dietro i fumi del Brucaliffo. 

Pronto a far colazione a metà giornata con me?

“Fatti un’idea impossibile da realizzare, tanto per cominciare la giornata”

Il Cappellaio Matto ti consiglia di inseguire l’intuizione, di intendere un trend a modo tuo, di sperimentare e cucire il tuo cappello come più ti ispira. La creatività è un muscolo da allenare, provare e riprovare il suo esercizio preferito. Crea  senza paura.

“Perché, a volte ho creduto a ben sei cose impossibili prima di colazione”

La Regina Rossa è una che, nella vita, ci ha creduto e poi si è disillusa ed è diventata l’isterica tagliateste che tutti conosciamo. Prima di smettere di credere, pensaci bene: gli utenti sono sensibili alle vibrazioni che emani. Positività (autentica) attira persone e progetti centrati. In alternativa, il cattivo umore e le emozioni forti devono essere ben indirizzate verso la creazione di valore altrimenti ti danneggeranno. Taglia la testa alle bad vibes e usale per tirare fuori una lezione da condividere.

“Se non sai dove andare, qualsiasi strada ti porterà lì”

Lo Stregatto è il maestro dell’arte illusoria delle scelte. Sì, perché anche non fare una scelta è una scelta! Tessere una rete di aternative per gli utenti mentre fruiscono del tuo contenuto, guidarli esattamente dove vuoi senza farli sentire costretti è un’arte. Si chiama progettazione del contenuto ed è conseguente all’avere chiari i tuoi obiettivi. A chi parli, come gli parli, perché gli parli. Cosa vuoi dal tuo utente? Parla!

“Non sei troppo vecchio per imparare cose nuove”

Segui il Bianconiglio nella sua tana e imparerai a muoverti mentre cadi senza Ritegno, Sguazzo e Rottura. Imparerai a Tergere e a Intridere, naturalmente. Come la finta Tartaruga! Scrivere 300 parole al dì, girare un video al giorno, leggere qualche pagina ogni mattino. Allenati, perché la costanza è la vera metrica che conta per chi vuole realizzare contenuti atomici.

“Non c’è niente di più assurdo di credere alle impossibilità”

Alice incontrò l’Unicorno durante il suo peregrinare nel mondo delle meraviglie e questo restò sconvolto dallo strano meeting con un altro personaggio, il Leone. Aveva sentito parlare delle bambine ma non credeva alla loro esistenza. Eppure Alice era lì, in carne ossa occhi cuore e tutto il resto. Quindi, credici in quello che fai, anche se impossibile può accadere. Anche fare marketing per chi o per quel progetto a cui sembra impossibile arrivare. Metti a terra tutte le tue carte, la persona giusta se ne accorgerà. E se non accade, ci hai provato. Passa al prossimo obiettivo. Il tuo cassetto ne é pieno!

“Chi ha tempo per pensare quando c’è da giocare?”

Divertiti quando decidi di creare contenuti. Smetti di vederlo come un mero obbligo, non sei a scuola. Conosco tanti progetti ben avviati che pubblicano pochissimo. Devi lasciarti andare alla leggerezza, planare con gioia sulle cose e raccontare il bello e il buono che offri alle persone. Lascia che i tuoi occhi brillino, la tua pelle arrosisca e al tuo cuore scappi un battito in più quando disegni i contenuti per il tuo business.

Creare contenuti non è un compito ingrato, fa parte del tuo percorso. E devi fare in modo da non rendere tutto difficile come se ti si riempisse in qualche modo la testa di idee, solo che non sai di preciso quali! Scegli la semplicità, la curiosità e costruisci con trasparenza e vedrai allo Specchio tutto più chiaro. Parola di Alice nel paese dei Muffin.

On air: https://www.youtube.com/watch?v=Su6kidaGW_8

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *